Wine AppNadia De Santis, Wine App e l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino

Nadia De Santis, laureata in scienze naturali, che ha progettato l’applicazione  Wine App e il portale www.wineapp.it, per l’enoturismo integrato sostenibile, fa parte dell’associazione nazionale delle Donne del Vino.

Nadia è la prima donna del vino che è stata inserita in quanto è la prima che si occupa di web app master e con il progetto Wine App, segue gli scopi associativi ed unisce la tradizione con l’innovazione e la si può trovare nella seguente pagina Nadia De Santis.

Tra gli scopi principali dell’Associazione c’è la formazione e la valorizzazione del ruolo della donna imprenditrice nel settore vitivinicolo ed enoturistico.

  • Accrescere la cultura del vino e il consumo responsabile
  • Promuovere il ruolo delle Donne del Vino nella società e nel lavoro
  • Collegare le Donne del Vino favorendo le iniziative condivise, la formazione e i viaggi di istruzione
  • Portare la voce delle Donne del Vino alle istituzioni e alle organizzazioni del vino italiane ed estere

Gli obiettivi sono strettamente legati all’aspetto professionale: la realtà varia e complessa del vino esige che gli addetti ai lavori considerino impegno sociale la diffusione della conoscenza del prodotto e del suo interagire con il mondo esterno, non solo dal punto di vista agricolo e commerciale.

Principi ispiratori dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino sono:

  • Rispetto del consumatore
  • Tutela del paesaggio
  • Ricerca della naturalità
  • Educazione alla moderazione
  • Promozione della conoscenza del vino e del suo utilizzo come componente della dieta corretta
  • Sensibilizzazione sul valore etico ed edonistico del cibo
  • Aggiornamento costante professionale sia tecnico sia nella comunicazione
  • Promozione di eventi intesi a focalizzare l’attenzione del consumatore sui vari temi in cui è impegnata l’associazione.

 

L’applicazione Wine App può essere scaricata gratuitamente in tutto il mondo a da dispositivi cellulari e tablet Android e Apple.

Commenta